Generazione Lockdown

Aggiornato il: ott 10

di Raffaele Marras


Il Covid-19 e il lockdown hanno scoperchiato e reso evidenti le condizioni di difficoltà economica e sociale in cui versano migliaia di persone. Fra questi, i più colpiti sono sicuramente i giovani, la generazione dei ventenni e trentenni di oggi, che qualcuno ha ribattezzato Generazione Lockdown. Nel Paese, che giustamente si indebita per uscire dalla crisi, i giovani sono in ultima fila. Tagliati fuori da un dibattito che li ha visti protagonisti, in negativo, solo per la stigmatizzazione di alcuni comportamenti da movida. Eppure ci sarebbe molto altro di cui occuparci. L'Italia è il paese europeo col più alto tasso di Neet, giovani che non studiano e non lavorano. Il numero di immatricolazioni all'università pre 2008, anno della grande crisi, è stato ripristinato l'anno scorso dopo un decennio di calo costante. Sono quasi 3 milioni i posti di lavoro persi fra gli under 40 dopo il 2008, mentre sono circa 320mila gli under 35 ad aver lasciato l'Italia nello stesso periodo. Sono i numeri che certificano il fallimento possibile di un Paese. Serve un'inversione di rotta: casa, lavoro, scuola e università devono essere le priorità. In troppi abbiamo sofferto l’impossibilità di permetterci un’abitazione dignitosa. In troppi, nello studio e nella ricerca, abbiamo sofferto le carenze di un’infrastruttura digitale debole e mal distribuita. In troppi abbiamo sofferto l’insufficienza di tutele per il lavoro a distanza. In troppi abbiamo pagato il prezzo della precarietà.

Per superare tutto questo c'è bisogno di politiche strutturali e un'agenda per i giovani che sciolga i nodi che per troppo tempo sono rimasti irrisolti. La politica nazionale, dopo le battaglie in Europa sulle risorse, deve mettere le nuove generazioni fra le priorità assolute per la ripresa. Abbandonando, per una volta, la politica dei bonus che si è rivelata non all'altezza di dare risposte di lungo periodo a temi complessi come questo.

Raffaele Marras, segretario regionale Giovani Democratici

Raffaele Marras

Segretario regionale dei Giovani Democratici

Iscriviti alla nostra newsletter

rimani aggiornato su tutte le pubblicazioni

© 2020 - Partito Democatico Rignano sull'Arno